Benefici della Cucina a Vapore

0

I benefici della cucina a vapore sono tantissimi e non riguardano solo la salute.

In questo articolo li analizziamo uno ad uno per poi passare a qualche ricetta semplice per pasti completi, veloci e leggeri.

Prima di tutto però, per chi non lo sapesse, è bene capire come funziona la cucina a vapore e come si applicano i suoi principi da casa.

Essa consiste nella cottura tramite l’acqua bollita a cento gradi.

Questo metodo preserva tutte le proprietà organolettiche degli alimenti e cuoce in maniera molto meno grassa di altri tipi di cottura.

Per questo è il metodo di cottura prediletto per le diete ipocaloriche ad alto contenuto di fibre.

Come cucinare a vapore da casa: i metodi

Tra i benefici della cucina a vapore vi è la pulizia perché bisogna utilizzare pochi utensili che si sporcheranno a malapena.

I metodi di cottura a vapore sono tutti di facile reperimento a casa e sono i seguenti:

  • Pentola a pressione: tutti abbiamo in casa una pentola a pressione, vero? Il metodo non è da considerarsi al 100% cottura a vapore ma sfrutta un principio simile, ovvero l’ebollizione acquea.
  • Cestello di Bamboo: il cestello di bamboo riprende i metodi di cottura orientali e funziona sovrapponendo i vari livelli su una pentola al cui interno vi è acqua che bolle. Praticamente il cestello di bamboo si incastra a torre con altri e forma strati attraverso cui passa il vapore verso l’alto. Il cibo va adagiato su un letto di foglie di lattuga che a sua volta va sistemato sulla base del cestello e poi poggiato sulla pentola che bolle. La cottura è lenta ma davvero gradevole.
  • Vaporiera tradizionale: essa consiste in una specie di scolapasta in acciaio che si incastra alla perfezione all’interno di una pentola alta. Spesso trovi entrambi i pezzi venduti assieme come un kit e, difatti, con lo stesso principio dei cestelli di Bamboo, cuoce a vapore in maniera eccellente.
  • Vaporiera elettrica: con questo elettrodomestico da cucina non devi fare altro che impostare durata e temperatura e la cottura termina in maniera del tutto autonoma.

Cucinare a Vapore Fa Bene

Cucinare a vapore fa bene perché conserva alla perfezione le proprietà degli alimenti e mantiene basso l’apporto calorico.

In questo modo i sapori sono esaltati nella loro naturalezza e il corpo assimila un apporto di grassi notevolmente ridotto rispetto agli altri metodi di cottura.

Oltre a far bene a te fa bene anche alla bolletta dato che richiede il solo impiego di un fornello con cui portare a ebollizione l’acqua di cottura.

Si sporca meno e si guadagna in salute mangiando in maniera sana: ti sembra poco?

Chiaramente la cottura a vapore ha anche dei limiti, ovvero quelli che riguardano gli alimenti che si prestano a questo metodo.

Tra i benefici della cucina a vapore c’è sicuramente quello che ti consente di cuocere qualsiasi vegetale ma non tutte le carni e il pesce hanno una buona resa.

Cucina a Vapore Ricette Facili

Ecco perché ti consigliamo qualche ricetta semplice per cominciare a fare il pieno dei benefici della cucina a vapore per poi lasciare a te il gusto di scoprire nuove ricette e nuovi sapori.

Antipasto a vapore: stupire gli ospiti con le polpettine menta e basilico

Per due persone ti serviranno 200 gr. di carne macinata tra tacchino, pollo o maiale e la mollica di un panino medio.

Poi procurati due cucchiai di formaggio grattugiato, due cucchiai di pangrattato, olio, sale, pepe, basilico e menta (qualche foglia), aglio.

Per realizzarle dovrai mescolare la carne con tutti gli altri ingredienti. Prima però dovrai tagliare molto finemente la menta, il basilico e l’aglio.

Unisci tutti gli ingredienti e lavorali con le mani fino ad ottenere piccole polpettine da adagiare sul piano di cottura a vapore per circa venti minuti.

Ed il secondo?

Questa ricetta è per due persone e consiste in una salsina deliziosa in cui sono immersi pezzetti di cavolfiore cotto a vapore.

Per realizzarla ti occorre mezzo cavolfiore bianco e per la salsa ti occorrono due uova, 20 grammi di burro, un cucchiaio scarso di farina, due cucchiaini di aceto biondo, sale e pepe.

Prima prepara la salsa mescolando in un tegame burro e aglio fino a doratura.

Togli l’aglio e batti uova, farina, sale pepe e aceto energicamente e senza lasciare grumi.

Il consiglio è di gettare tutti gli ingredienti al centro della ciotola e poi girare con decisione.

Versa il tutto nel tegame con il burro e mescola finché non otterrai una cremina gialla e omogenea.

Scola le cimette e disponile in un piattino dove verserai la cremina a filo. Una spolverata di pepe e via, servi caldo!

Gran finale con dessert al vapore!

Per questa ricetta abbiamo pensato a dei panini leggeri al cacao che si cuociono a vapore formando un rotolo da stendere sulla pellicola trasparente da cucina.

Ti occorrono 250 gr di farina, 30 di burro, 70 di zucchero di canna, un cucchiaino raso di lievito in polvere, 6 cucchiaini di cacao amaro in polvere e un bicchiere di latte tiepido.

Mescola dapprima farina, burro sciolto zucchero e latte tiepido scaldato con il lievito e lavora rozzamente per poi suddividere l’impasto in due ciotole. In una delle due aggiungi il cacao e impasta i due composti ottenuti fino ad ottenere due palline.

Lasciale a riposo per quattro ore.

Quando i due impasti saranno ben riposati tirali fuori e stendili sulla carta da forno aiutandoti con il mattarello.

L’impasto non deve essere troppo fino perciò un centimetro o più di altezza vanno bene.

A questo punto sovrapponi i due impasti spianati e arrotolali fino ad ottenere un bel rotolo zebrato.

Taglia il rotolo a rondelle e cuoci i panini distanti tra loro e adagiati su carta da forno per quindici o venti minuti.

Lascia raffreddare e spolvera con zucchero a velo per servire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Ordina Con WhatsApp